Mediazione obbligatoria


Il Decreto "del fare" del 2013 ha introdotto l'obbligo di esperire il tentativo di mediazione civile e commerciale, prima di avviare una azione giudiziaria.

Le controversie per le quali solitamente si utilizza la mediazione riguardano liti di condominio, diritti reali, discussioni tra confinanti, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto aziende, risarcimento danni anche derivanti da responsabilità medica e sanitaria, diffamazione.

Il Comune, al fine di agevolare i propri cittadini, ha stipulato una convenzione con l'Ordine dei Commercialisti di Brescia e il loro Organismo di Mediazione ADR Commercialisti per utilizzare questo strumento in caso di necessità.

Chi fosse interessato ad avere informazioni in merito e ad attivare il servizio di mediazione, può rivolgersi all'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Lumezzane, il quale è a disposizione per la consegna del modulo per l'Istanza di Mediazione e l'organizzazione degli incontri con i Mediatori. 

Grazie alla convenzione, per alcuni mesi il servizio sarà gratuito. Da aprile sarà applicato comunque uno sconto sulle tariffe.

La mediazione consiste nel presentarsi davanti ad un esperto, alla presenza dei propri avvocati, per discutere di ciò che causa disaccordo tra le parti, cercando di trovare un punto di accordo, per evitare il Tribunale e i suoi lunghissimi tempi di definizione, con i relativi costi. L'esperto ha il compito di aiutare le parti a trovare un punto d'incontro, non è un giudice.

Ultima modifica: Mer, 09/12/2015 - 16:53