Scarico in corso d'acqua superficiale - domanda/richiesta

 

La domanda è relativa al rilascio del Nulla Osta ai soli fini idraulici per lo scarico in corso d’acqua per lo scarico di acque civile e/o industriale meteorica in corsi d’acqua superficiali appartenenti al reticolo idrico minore.

 

Successivamente al rilascio l’ufficio procede ad accertare la cauzione e a richiedere il versamento del canone annuale.

 

Il provvedimento dell’amministrazione non può essere sostituito da una dichiarazione dell’interessato e il procedimento non può concludersi con il silenzio assenso dell’amministrazione

 

Strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell’interessato, nel ricorso al difensore civico, ricorso gerarchico (alternativo rispetto al ricorso al g.a.): ricorso giurisdizionale innanzi al g.a. corso del procedimento e nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e modi per attivarli

 

 

Riferimenti normativi:

- R.D. 25.7.1904, n 523

- Testo Unico delle disposizioni di legge intorno alle opere idrauliche delle diverse categorie, con le modificazioni di cui alla legge 13 luglio 1911 n. 774 e dal R.D. 10 novembre 1921, n. 1688

- Delibera della Giunta Regionale del 25 gennaio 2002 n° 7/7868,

- D.G.R. del 01 agosto 2003 n° 7/13950, Regolamento Comunale per il reticolo idrico minore

Adempimenti

La domanda va presentata su apposito modello qui allegato, con i seguenti allegati in triplice copia:

- Istanza della domanda di autorizzazione o di rinnovo di cui una copia in marca da bollo da € 10,33;

- Corografia in scala 1:25.000 o 1:10.000

- Aerofotogrammetria in scala 1:2.000;

- Certificato di destinazione urbanistica;

- Planimetria dell’insediamento produttivo in scala adeguata ai fini di una corretta leggibilità, con indicati il sistema di adduzione delle acque: acque di alimentazione (acquedotto, pozzi, sorgenti, ecc.), acque reflue domestiche, acque reflue industriali (di processo, di raffreddamento con contatto, raffreddamento senza contatto), acque reflue urbane, acque meteoriche di 1° e 2° pioggia, acque contenenti sostanze pericolose. Le reti dovranno essere distinte graficamente anche a mezzo di differenti colorazioni e dovranno essere evidenziati i punti ufficiali per il campionamento;

- Fotografie del luogo interessato dalla domanda con indicazione dei coni visuali;

- Disegni del manufatto: piante, sezione, prospetto e diametro del tubo;

- Relazione idraulica a firma di Ingegnere che valuti la portata di scarico con un tempo di ritorno T=20 anni con l’indicazione della quantità scaricata espressa in mc/sec e calcolo della portata del corso d’acqua (tempo di ritorno T=20 anni), riferita alla sezione di scarico;

- Relazione geologica comprendente: Litologia nell’intorno dell’area di studio;Caratteristiche geomorfologiche delle coperture;Potere assorbente del terreno, vulnerabilità e soggiacenza della falda;

- Caratteristiche idrogeologicheIndicazione della documentazione già in possesso in Comune, resa e firmata del legale rappresentante (Allegato A)

- Dichiarazione, resa e firmata del legale rappresentante, con cui si accetta incondizionatamente il regolamento. (Allegato B)

- Dichiarazione, resa e firmata dal legale rappresentante che, nel caso di RINNOVO, nulla è variato rispetto all’autorizzazione precedentemente rilasciata. (Allegato C)

- Le spese occorrenti necessari per l’istruttoria delle domande di autorizzazione sono a carico del richiedente, art. 12 del regolamento, dovrà pertanto essere allegata alla presente, copia della ricevuta, per l’effettuazione dell’acconto di Euro 100,00=

 

L’ufficio cura l’istruttoria, procede alla verifica della documentazione presentata e all’effettuazione di sopralluoghi se necessario, predispone il calcolo del canone e infine predispone la bozza di autorizzazione/nulla osta che dovrà essere firmata dal Dirigente del Dipartimento interventi Territoriali.

Costi

MODALITÀ PER L’EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI EVENTUALMENTE NECESSARI

Per cauzione: versamento in contanti presso la Tesoreria mediante nota rilasciata dall’ufficio o bonifico utilizzando le coordinate IBAN del Comune.

Per canone: versamento in contanti presso la Tesoreria mediante nota rilasciata dall’ufficio o bonifico utilizzando le coordinate IBAN del Comune.

Tempi

Termine fissato dalla normativa per la conclusione con l’adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante: 90 giorni  

Note

NOME DEL SOGGETTO A CUI È ATTRIBUITO, IN CASO DI INERZIA, IL POTERE SOSTITUTIVO, NONCHE’ MODALITÀ PER ATTIVARE TALE POTERE E RECAPITI TELEFONICI E DELLE CASELLE DI POSTA ELETTRONICA ISTITUZIONALE

Segretario e Direttore Generale Dott.ssa Maria Concetta Giardina

Potere attivabile mediante richiesta scritta al protocollo

Tel 030 8929237

e-mail: segreteria.generale@comune.lumezzane.bs.it

Settore di riferimento

Servizi Tecnici e Territoriali

Dirigente

Gian Piero Pedretti
0308929211
gianpiero.pedretti@comune.lumezzane.bs.it

Sede

Via Monsuello, 154 25065 Lumezzane

Personale addetto

Davide Cornaggia

Ufficio reticolo idrico minore - Municipio, Via Monsuello 154, Lumezzane

- Tel 030 8929252

- e-mai: ldavide.cornaggia@comune.lumezzane.bs.it

 

Modalità di accesso: sportello, telefono, posta elettronica

 

Recapiti a cui presentare le istanze: ufficio protocollo, via Monsuello 154, Lumezzane - tel Centralino 03089291 - casella PEC: comune.lumezzane@cert.legalmail.it 

Orari

Orari:

Lunedì 10:00-13:00;

Martedì 09:00-19:00;

Mercoledì 10:00-13:00;

Giovedì 10:00-13:00;

Venerdì 10:00-13:00

Livello di informatizzazione

Download modulistica. Disponibili on-line da scaricare i moduli necessari ad avviare la procedura che porta allerogazione del servizio

Livello di informatizzazione futura

Download modulistica. Disponibili on-line da scaricare i moduli necessari ad avviare la procedura che porta allerogazione del servizio

Tempi di attivazione del servizio online

Non appena possibile, in base alle disponibilità di bilancio, alle limitazioni imposte dalla spending review e a quelle necessarie per rispettare il patto di stabilità, verrà quantificato il tempo necessario per l'attivazione del servizio on line del presente procedimento.

Data di aggiornamento scheda

05/01/2014

Risultati delle indagini di customer satisfaction

Dal giugno 2010 la Provincia sta monitorando il grado di soddisfazione manifestato dagli utenti circa i servizi offerti, al fine di migliorare gli stessi. I dati riferiti agli ultimi 12 mesi sono consultabili cliccando sul link "consulta le statistiche degli ultimi 12 mesi" all'interno del box che si trova in fondo a questa pagina dedicato all’iniziativa "Mettiamoci la faccia" promossa dal Dipartimento della Funzione Pubblica.

Mettiamoci la faccia

esprimi il tuo giudizio sul servizio
premendo uno dei simboli colorati

indica il motivo principale della tua insoddisfazione premendo su uno dei pulsanti

Grazie per il tuo voto. Arrivederci.

Hai già votato per questo servizio. Arrivederci.
Consulta le statistiche degli ultimi 12 mesi