Certificazione energetica degli edifici

 

Ambito di applicazione

A) Gli edifici per i quali, a decorrere dal 1° settembre 2007, verrà presentata la denuncia inizio attività o la domanda finalizzata ad ottenere il permesso di costruire per:

  • interventi di nuova costruzione;
  • demolizione e ricostruzione in manutenzione straordinaria o in ristrutturazione;
  • ristrutturazioni edilizie che coinvolgono più del 25% della superficie disperdente dell’edificio cui l’impianto di riscaldamento è asservito;
  • ampliamenti volumetrici, sempre che il volume a temperatura controllata della nuova porzione dell’edificio risulti superiore al 20% di quello esistente

 

dovranno essere dotati, al termine dei lavori dell’attestato di certificazione energetica redatto secondo lo schema dell’Allegato C del D.Lgs. 192/2005.

Adempimenti

Procedura:

  1. Il proprietario dell’edificio o chi ne ha titolo deposita presso l’ufficio Edilizia Privata, per la vidimazione e registrazione, unitamente alla richiesta di permesso di costruire o alla denuncia di inizio attività, la relazione di cui alla legge 9 gemmaio 1991, n. 10, art. 28.
  2. Il proprietario dell’edificio o chi ne ha titolo, prima dell’inizio dei lavori e comunque non oltre 30 giorni dalla data di rilascio del titolo abilitativo, attribuisce ad un soggetto certificatore l’incarico di compilare l’attestato di certificazione energetica.
    Nel caso di varianti al titolo abilitativo che alterino le prestazioni energetiche dell’edificio, il proprietario dell’edificio o chi ne ha titolo, depositata presso l’ufficio Edilizia Privata, in forma cartacea e digitale, unitamente alla denuncia di inizio attività, la relazione di cui alla legge 9 gennaio, n. 10, art. 28, aggiornata secondo le varianti prodotte.
  3. Il soggetto certificatore avvia la pratica relativa alla certificazione energetica, identificata da un numero di protocollo univoco, nel catasto energetico (accessibile via web sul sito www.cened.it). Succesivamente carica, dal catasto, il file di output generato dal software per poterla chiudere e stampa la ricevuta da consegnare al proprietario.
  4. Il proprietario dell’edificio o chi ne ha titolo deposita congiuntamente presso il Comune:

 

  • la dichiarazione di ultimazione lavori;
  • l’asseverazione del direttore lavori circa la conformità delle opere realizzate rispetto al progetto e alle eventuali varianti;
  • l’attestato di certificazione energetica, sia cartaceo che digitale, redatto dal soggetto certificatore, corredato da un’autocertificazione in cui lo stesso certificatore, ai sensi dell’art. 47 D.P.R. 445/2000, dichiari di non trovarsi in nessuna delle condizioni di incompatibilità di cui al punto 13.7 della DGR del 31.08.2007 n. 8/5773; gli usi di energia riportati sull’attestato di certificazione energetica riguardano il riscaldamento, la produzione di acqua calda ad usi igienico-sanitari, la climatizzazione estiva e l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Nell’attestato deve essere riportata la stima delle emissioni di gas ad effetto serra determinate dagli usi energetici dell’edificio.
    L’attestato di certificazione energetica ha validità massima di 10 anni apartire dal suo rilascio ed è aggiornato ad ogni intervento che modifica la prestazione energetica dell’edificio o dell’impianto.
    Negli edifici di proprietà pubblica o adibiti ad uso pubblico e per quelli che sono oggetto dei programmi di cui all’articolo 13, comma 2, dei Decreti adottati dal Ministero delle Attività Produttive il 20 luglio 2004, l’attestato di certificazione energetica deve essere affisso nelo stesso edificio a cui si riferisce un luogo facilmente visibile al pubblico.

In assenza della predetta documentazione, la dichiarazione di ultimazione lavori è inefficace.

B) Per quanto riguarda gli edifici esistenti che non sono sottoposti ad intervento edilizio, sono soggetti all’obbligo della certificazione energetica secondo la seguente gradualità temporale:

 

  • a decorrere dal 1° settembre 2007, per tutti gli edifici, nel caso di trasferimento a titolo oneroso dell’intero immobile. Qualora l’intero edificio oggetto di compravendita sia costituito da più unità abitative servite da impianti termici autonomi, è previsto l’obbligo della certificazione energetica di ciascuna unità;
  • a decorre dal 1° settembre 2007 ed entro il 1° luglio 2009, nel caso di edifici di proprietà pubblica o adibiti ad uso pubblico, la cui superficie utile superi i 1000 mq;
  • a decorrere dal 1° settembre 2007, l’attestato di certificazione energetica dell’edificio o dell’unità immobiliare interessata è necessario per accedere agli incentivi ed alle agevolazioni di qualsiasi natura, sia come sgravi fiscali o contributi a carico di fondi pubblici o della genralità degli utenti, finalizzati al miglioramento delle prestazioni energetiche dell’unità immobiliare, dell’edificio o degli impianti. Sono in ogni caso fatti salvi i diritti acquisiti ed il legittimo affidamento in relazione ad iniziative già formalmente avviate a realizzazione o notificate all’Amministrazione competente, per le quali non necessita il preventivo assenso o concessione da parte medesima;
  • a decorrere dal 1° gennaio 2008, nel caso di contratti “servizi energia”, nuovi o rinnovati, relativi ad edifici pubblici o privati;
  • a decorrere dal 1° luglio 2009, nel caso di trasferimento a titolo oneroso delle singole unità immobiliari;
  • a decorrere dall 1° luglio 2010, nel caso di locazione dell’intero edificio o della singola unità immobiliare.

Nel caso di trasferimento a titolo oneroso di interi immobili o singole unità immobiliari, l’attestato di certificazione energetica deve essere allegato, in originale o in copia autenticata, all’atto di trasferimento a titolo oneroso.
Nel caso di locazione di interi immobili o singole unità immobiliari già dotati di attestato di certificazione energetica, l’attestato stesso deve essere consegnato dal proprietario al conduttore, in copia conforme all’originale in suo possesso. A partire dal 1° luglio 2010, nel caso di locazione di interi immobili o singole unità immobiliari, l’attestato di certificazione energetica deve essere obbligatoriamente consegnato dal proprietario al conduttore, in copia dichiarata conforme all’originale in suo possesso.

 

Targa energetica

La targa energetica, rilasciata dal Comune di competenza, deve essere riprodotta in conformità al modello riportato di cui all’Allegato D della DGR del 31.08.2007 n. 8/5773.
Il Comune di competenza rilascia la targa energetica solamente nei casi in cui l’attestato di certificazione energetica sia riferito all’intero edificio.
La targa deve obbligatoriamente essere esposta in un luogo che garantisca la sua massima visibilità e riconoscibilità.
Qualora venga aggiornato l’attestato di certificazione energetica, è fatto obbligo di provvedere all’aggiornamento della targa energetica dell’edificio.

Settore di riferimento

Servizi Tecnici e Territoriali

Dirigente

Gian Piero Pedretti
0308929211
gianpiero.pedretti@comune.lumezzane.bs.it

Sede

Via Monsuello, 154 25065 Lumezzane

Personale addetto

NOME DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO, RECAPITI TELEFONICI ED E-MAIL

Responsabile Arch. Giuliana Pelizzari

tel. 0308929208 – 03089292096 – 0308929210 – 0308929283

e-mail ufficio.ediliza@comune.lumezzane.bs.it

e-mail giuliana.pelizzari@comune.lumezzane.bs.it

NOME DEL SOGGETTO A CUI È ATTRIBUITO, IN CASO DI INERZIA, IL POTERE SOSTITUTIVO, NONCHE’ MODALITÀ PER ATTIVARE TALE POTERE E RECAPITI TELEFONICI E DELLE CASELLE DI POSTA ELETTRONICA ISTITUZIONALE

Segretario e Direttore Generale Dott.ssa Maria Concetta Giardina

Potere attivabile mediante richiesta scritta al protocollo

- Tel 030 8929237

- e-mail: segreteria.generale@comune.lumezzane.bs.it

Orari

Ufficio - Municipio, Via Monsuello 154, Lumezzane

Tel 030 8929208/209

e-mail ufficio.edilizia@comune.lumezzane.bs.it

Orari: Lunedì 10:00-13:00; Martedì 09:00-19:00; Mercoledì 10:00- 13:00; Giovedì 10:00-13:00; Venerdì 10:00-13:00 SOLO SU APPUNTAMENTO

Modalità di accesso: - sportello, telefono, posta elettronica

recapiti a cui presentare le istanze:

- ufficio protocollo, via Monsuello 154, Lumezzane

- Centralino 03089291, 

- PEC comune.lumezzane@cert.legalmail.it

Livello di informatizzazione

Informativo. Disponibili on-line solo le informazioni necessarie per avviare la procedura che porta all'erogazione del servizio

Livello di informatizzazione futura

Informativo. Disponibili on-line solo le informazioni necessarie per avviare la procedura che porta all'erogazione del servizio

Tempi di attivazione del servizio online

Non appena possibile, in base alle disponibilità di bilancio, alle limitazioni imposte dalla spending review e a quelle necessarie per rispettare il patto di stabilità, verrà quantificato il tempo necessario per l'attivazione del servizio on line del presente procedimento.

Data di aggiornamento scheda

22/04/2014

Risultati delle indagini di customer satisfaction

Dal giugno 2010 la Provincia sta monitorando il grado di soddisfazione manifestato dagli utenti circa i servizi offerti, al fine di migliorare gli stessi. I dati riferiti agli ultimi 12 mesi sono consultabili cliccando sul link "consulta le statistiche degli ultimi 12 mesi" all'interno del box che si trova in fondo a questa pagina dedicato all’iniziativa "Mettiamoci la faccia" promossa dal Dipartimento della Funzione Pubblica.

Mettiamoci la faccia

esprimi il tuo giudizio sul servizio
premendo uno dei simboli colorati

indica il motivo principale della tua insoddisfazione premendo su uno dei pulsanti

Grazie per il tuo voto. Arrivederci.

Hai già votato per questo servizio. Arrivederci.
Consulta le statistiche degli ultimi 12 mesi