Stato Civile - Unioni Civili

Con la legge n.76/2016 è stato introdotto nell’ordinamento dello stato civile italiano l’istituto dell’Unione Civile tra persone dello stesso sesso.

Cosa é

L'Unione Civile tra persone dello stesso sesso si costituisce con dichiarazione, davanti all'Ufficiale di Stato Civile. Per poter costituire un'unione civile le parti devono:

  • essere dello stesso sesso
  • avere compiuto la maggiore età
  • essere di stato libero
  • non essere interdetti
  • non avere rapporti di parentela, affinità, adozione e affiliazione.

Come si costituisce

Le parti devono contattare l'Ufficio di Stato Civile al fine di rendere insieme la richiesta di costituzione dell'unione civile. La richiesta è oggetto di processo verbale e, pertanto, va resa dalle parti congiuntamente in un giorno concordato con l'ufficio. Il cittadino straniero deve presentare un apposito "nulla osta" dell'autorità del proprio Paese di appartenenza o, in mancanza di questo, un certificato di stato libero o un'autocertificazione se lo Stato di appartenenza rifiuta l'emissione di documenti relativi all'unione civile.

L'ufficio procede quindi con le verifiche circa l'assenza di impedimenti, da effettuarsi entro i successivi 30 giorni.

Il cognome comune e il regime patrimoniale

In sede di richiesta, le parti dovranno indicare:

  • la data della costituzione
  • l'eventuale scelta del cognome comune, da scegliere tra quelli delle parti, con la possibilità per la parte di anteporre o posporre il cognome comune al proprio, se diverso (ricordando però che tali scelte non comportano variazione anagrafica nè annotazione sull'atto di nascita)
  • la scelta del regime patrimoniale (comunione o separazione dei beni).

La costituzione e i reciproci

La costituzione dell'unione avviene nella data stabilita davanti all'Ufficiale di Stato Civile e alla presenza di due testimoni. Alle parti vengono letti i commi 11 e 12 dell'art. 1 della legge:

ART.  11: Con la costituzione dell'unione civile tra persone dello stesso sesso le parti acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri; dall'unione civile deriva l'obbligo reciproco dell'assistenza morale e materiale e alla coabitazione. Entrambe le parti sono tenute, ciascuna in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale e casalingo, a contribuire ai bisogni comuni.

ART. 12: Le parti concordano tra loro l'indirizzo della vita familiare e fissano la residenza comune; a ciascuna delle parti spetta il potere di attuare l'indirizzo concordato.

Inoltre:

  • in caso di decesso le indennità devono corrispondersi anche alla parte dell'unione civile;
  • si applicano le stesse disposizioni in materia di successione tra i coniugi;
  • in linea generale, fatte salve le disposizioni del codice civile o della legge sull'adozione, l'unione civile è equiparata al matrimonio in ogni legge, regolamento o atto amministrativo, laddove esso riguardi i diritti e i doveri delle parti.

Le coppie che hanno contratto matrimonio o unione civile all'estero

In questi casi i coniugi - o le persone che hanno contratto un'unione civile equiparata a quella italiana - potranno richiedere la trascrizione dell'atto nel Registro delle unioni civili.

Sui documenti

Lo stato civile viene modificato in:  unito civilmente.

Lo scioglimento dell'unione

L'unione si può sciogliere o mediante le procedure semplificate previste dal D.L. n. 132/2014 (accordo davanti all'Ufficiale di Stato Civile o mediante procedura di negoziazione assistita tramite avvocato) o mediante Ricorso in Tribunale. Per lo scioglimento dell'unione, le parti devono previamente rendere una manifestazione di volontà allo scioglimento; dopo tre mesi è possibile procedere allo scioglimento. La dichiarazione può essere congiunta o di una sola parte: in quest'ultimo caso la parte deve dimostrare di aver previamente trasmesso la propria dichiarazione all'altra parte a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno.

Casi particolari

In presenza di grave e comprovato impedimento a recarsi presso la casa comunale, la costituzione dell'unione civile potrà avvenire presso il luogo di dimora della persona fisicamente impedita.

In presenza di imminente pericolo di vita, che dovrà essere comprovato da certificazione medica, l'unione civile potrà essere costituita nel luogo di degenza anche in assenza di richiesta, previo giuramento delle parti.

 

Settore di riferimento

Sportello al Cittadino - Ufficio Relazioni con il Pubblico - Servizi Demografici

Responsabile

Lauretta Staffoni
030 8929249
lauretta.staffoni@comune.lumezzane.bs.it

Sede

Via Monsuello, 154 25065 Lumezzane

Personale addetto

Responsabile d'Ufficio dott.ssa Staffoni Lauretta,
tel. 030/8929249

Ufficiale di Stato Civile, Moretti Vincenzo

Sportello al Cittadino - Servizi Demografici, via Monsuello 154, piano terra Municipio, parcheggio del Municipio

tel. 030/8929257, email stato.civile@comune.lumezzane.bs.it

Orari

Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle 8.30 alle 12.30

Martedì orario continuato dalle 8.30 alle 14.00-dalle 14.00 alle 18.30

Giovedì Chiuso (il pomeriggio esclusivamente su appuntamento dalle 16.00 alle 18.00)

 

Livello di informatizzazione

Informativo. Disponibili on-line solo le informazioni necessarie per avviare la procedura che porta all'erogazione del servizio

Livello di informatizzazione futura

Informativo. Disponibili on-line solo le informazioni necessarie per avviare la procedura che porta all'erogazione del servizio

Tempi di attivazione del servizio online

Non appena possibile, in base alle disponibilità di bilancio, alle limitazioni imposte dalla spending review e a quelle necessarie per rispettare il patto di stabilità, verrà quantificato il tempo necessario per l'attivazione del servizio on line del presente procedimento.

Data di aggiornamento scheda

07/12/2017

Risultati delle indagini di customer satisfaction

Dal giugno 2010 la Provincia sta monitorando il grado di soddisfazione manifestato dagli utenti circa i servizi offerti, al fine di migliorare gli stessi. I dati riferiti agli ultimi 12 mesi sono consultabili cliccando sul link "consulta le statistiche degli ultimi 12 mesi" all'interno del box che si trova in fondo a questa pagina dedicato all’iniziativa "Mettiamoci la faccia" promossa dal Dipartimento della Funzione Pubblica.

Mettiamoci la faccia

esprimi il tuo giudizio sul servizio
premendo uno dei simboli colorati

indica il motivo principale della tua insoddisfazione premendo su uno dei pulsanti

Grazie per il tuo voto. Arrivederci.

Hai già votato per questo servizio. Arrivederci.
Consulta le statistiche degli ultimi 12 mesi