Misure organizzative per i pagamenti

ALLEGATO ALLA DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N. 259 DEL 29/12/2009

Misure organizzative per garantire la tempestività dei pagamenti ai sensi dell'art.9 del D.L. n. 78/2009 convertito nella Legge n. 102/2009.

 

1)-Ai fini del rispetto delle disposizioni di cui all'art. 9 del D.L. n. 78/2009 convertito con la Legge n. 102/2009, il soggetto legittimato all'adozione degli impegni di spesa deve eseguire la verifica preventiva della coerenza del programma dei pagamenti con gli stanziamenti di bilancio e le regole di finanza pubblica, attestando, nel relativo atto, l'avvenuta esecuzione di tale adempimento.

2) Allo scopo di rispettare i termini di pagamento, si da atto che la distribuzione delle fatture ai vari servizi, una volta protocollate, avvenga da parte dell'ufficio economato/provveditorato nel termine ordinario di 3 giorni dalla ricezione da parte dello stesso ufficio.

3)- Tutti gli uffici ed i servizi comunali, al momento del ricevimento delle fatture o del documento di pagamento, devono prestare particolare attenzione alle scadenze in esse riportate e comunque ai termini di pagamento pattuiti, provvedendo:

-   A richiedere immediatamente, qualora necessario, il Documento Unico di Regolarità Contributiva in corso di validità e con esito regolare;

-  ad effettuare un approfondito controllo delle stesse entro 10 giorni dal ricevimento, verificando la regolarità della fornitura o del servizio e/o la conformità della prestazione effettuata, accertando la corretta applicazione dei prezzi convenuti e la regolarità dei computi, nonché l'osservanza delle disposizioni fiscali;

-   a liquidare le fatture subito dopo aver acquisito il DURC ed effettuato il controllo di cui al punto precedente.

Qualora in fattura risultassero errori, incongruenze, inesattezze o comunque non vi fosse rispondenza parziale o totale con quanto ordinato o pattuito, o in ogni caso vi fossero contestazioni da inoltrare al fornitore, l'ufficio che ha dato corso all'ordine dovrà necessariamente segnalare per iscritto al fornitore, e per conoscenza all'ufficio mandati, tale situazione, comunicando che viene sospeso il pagamento fino al momento della risoluzione della problematica;

4)- Le fatture con le relative disposizioni di liquidazione, comprensive dell'indicazione delle coordinate IBAN del beneficiario in caso di pagamento tramite bonifico, dovranno pervenire al Servizio Economico Finanziario tempestivamente e comunque almeno 10 gg. lavorativi prima della scadenza del pagamento, fatti salvi comprovati casi di impossibilità e urgenza. L'ufficio mandati, per i pagamenti superiori ad euro 10.000,00, effettua la verifica presso Equitalia con il fine di accertare che i creditori della P.A. non siano debitori per somme iscritte a ruolo pari almeno ad euro 10.000,00 verso gli agenti della riscossione. Qualora da tale verifica emergessero situazioni debitorie, il pagamento verrà sospeso e si procederà ai sensi della normativa vigente.
 
Ultima modifica: Gio, 19/05/2016 - 15:35